Sono innalzate le soglie reddituali per l’accesso al cosiddetto bonus 80 euro, con conseguente ampliamento della platea dei lavoratori beneficiari. Resta ferma la misura del credito, pari a 960 euro annui. Ma a fronte della vigente soglia di 24mila euro, con le modifiche il bonus spetta per un reddito complessivo non superiore a 24.600 euro. Analogamente, le nuove norme dispongono che il bonus decresca, fino ad annullarsi, in presenza di un reddito complessivo pari o superiore a 26.600 euro (a fronte dei vigenti 26mila euro).